lunedì 28 gennaio 2013

CLAFOUTIS ALLE CILIEGIE - OTTIMIZZARE IL TEMPO


Stasera pulizia computer.. ebbene sì, riesco ad essere disordinata anche lì!
Appunti di quest'anno che si mescolano inesorabilmente con quelli degli anni passati, orari di lavoro, post-it di cose da fare che ormai sono già compiute (o più probabilmente cestinate), liste della spesa di gennaio scorso, piani di viaggio utopici mai proposti, foto di gente, foto di cose, foto di cibo..foto belle, foto da buttare, articoli scaricati con la promessa di leggerli e mai stampati, film visti, film da vedere, film che mai vedrò, idee per un blog o per l'altro, pezzi di frasi che mi piacciono, canzoni sul desktop, su c, su d.... il caos! Ringrazio l'opzione "cerca", ma ho comunque bisogno di un ordine visivo che per me si parafrasa sempre in ordine mentale.. è così: e come per sistemare la camera ho bisogno praticamente di prendermi una giornata di ferie, così per il computer...
Tutto questo preambolo è in realtà per dire che ho trovato una ricetta abbozzata in agosto e che mai ho pubblicato, e che ricetta! Il mio primo clafoutis :D

clafoutis ciliegie



Fatto è che quando m'accadono queste cose (desumendo quindi che non è poi così raro) una domanda si scaglia repentina tra i miei collegamenti neuronali: << QUANTO TEMPO PERDO? >>
Poi.. beh, comincio a razionalizzare.. cosa pretendi eli! Ti alzi alle 6, lavori fino alle 11 (procrastinabili fino alle 14), vai a lezione dalle 14 alle 18 e come se non bastasse domani comincia ad intervistare dei piccoli studentelli fino alle 21! Ecco, quindi in questi casi mi dico: << NO, NON PERDO TEMPO, ANZI LO USO BENE >>.
Non so se sia davvero vero (ripetizione volutamente cercata): il momento della verità ha ancora da venire: la sessione d'esami.. E già oggi il mio caro prof mi ha lanciato una frecciatina domandandomi "ma l'esame quando ha intenzione di darlo?" ahah, vedremo..
Beh, tutta colpa del capitalismo dico io, che "Il tempo è denaro" te lo propinano in tutte le salse.. anche se io non ci credo. Nella mia mente il mondo gira lento, ma nella realtà sono un'iperattiva, i tempi morti li adoro idealmente ma non riesco a crearmeli, amo le cose fatte a caso, tuttavia sono una pianificatrice di ogni attimo!

Ma ogni tanto, sono fallace anche io! A dimostrarlo questo clafoutis!

Ingredienti:
200 ml latte, 500 gr ciliegie, 90 gr farina, 1 pizzico di sale, 3 uova, 100 gr zucchero, vanillina  


Procedimento: 
  1. Lavare e denocciolare le ciliegie (anche se la ricetta originale prevederebbe di lasciare il nocciolo)
  2. Imburrare una pirofila, cospargerla di zucchero e disporre le ciliegie sul fondo (io ho usato la carta forno perché avevo finito il burro :/ )
  3. Preparare la pastella sbattendo le uova con un pizzico di sale e lo zucchero, fino ad ottenere un composto simile allo zabaione. Aggiungere quindi la vanillina e la farina setacciata, incorporandole con un cucchiaio di legno. Completare aggiungendo il latte a filo.
  4. Versare quindi la pastella in modo uniforme sul fondo della pirofila e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti circa.
  5. Cospargere di zucchero a velo e mangiare tiepido!

Ora che le ciliegie non sono più di stagione, basta in realtà sostituirle con qualche altro frutto: mele, pere, uva... proverò! C'è da dire in questo caso che il suo nome si trasforma, da clafoutis a flognarde



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...